Deviazione traffico pesante: promessa mantenuta!

meme-traffico-pesante-nogara-pasini

Complimenti al sindaco Pasini e a tutta la sua squadra per il risultato ottenuto. In campagna elettorale avevano promesso la “deviazione del traffico pesante” e, in tempi record, hanno mantenuto la promessa. Averlo saputo li votavo anch’io!
Tutti possono constatare che in paese il traffico pesante non esiste più. Poco importa se camion e altri “bisonti della strada” transitano per i Comuni limitrofi quali Sorgà o Gazzo Veronese. È di ieri un articolo de L’Arena dal titolo “Provinciale intasata dai camion. Protestano sindaco e residenti“.

L’incessante e sempre più intenso traffico di tir lungo la provinciale che da Bonferraro porta a Sorgà ed Isola della Scala per raggiungere Nogara – Comune dove è interrotta la Regionale 10 per il cedimento del ponte sul fiume Tartarello – sta provocando in paese non solo disagi ma anche pericoli e danni. Suscitando, di rimando, accese proteste da parte dei residenti, ormai esasperati da una situazione che continua a peggiorare.
L’ultimo «inconveniente» in ordine di tempo, legato al passaggio di numerosi mezzi pesanti, riguarda l’abbattimento di un cancello, pilastri compresi, in un’abitazione di Pontepossero. È accaduto una mattina, quando un tir proveniente da Sorgà, affrontando la curva a gomito situata alle porte del paese, ha incrociato un altro mezzo e per evitare lo scontro si è spostato tutto sulla destra. Con l’effetto di sfondare la recinzione della casa […]. Di quanto sta succedendo è preoccupato anche il sindaco Mario Sgrenzaroli. «Purtroppo», sottolinea il primo cittadino, «ho avuto conferma in questi giorni di quanto sospettavo. Ovvero, che la strada provvisoria costruita per aggirare il ponte crollato a Nogara, che dovrebbe essere aperta a breve, è percorribile solo per le auto. Pertanto, tutti i mezzi pesanti continueranno a transitare sulle nostre strade, inadatte a sostenere questo tipo di traffico».

Gli antichi dicevano “mors tua vita mea“. L’ultima notizia, riguardante il ponte sul fiume Tartarello, è l’inizio dei lavori del bypass che in questi giorni stanno per concludersi ma, come dichiarato dal sindaco di Sorgà, «la strada provvisoria costruita per aggirare il ponte crollato a Nogara […] è percorribile solo per le auto». In sostanza per i Comuni limitrofi non cambierà nulla se il ponte non sarà sistemato in tempi ragionevoli.
Ad oggi di questi tempi non si ha notizia, nonostante la presenza assidua su Facebook di consiglieri ed assessori della maggioranza sempre pronti ad entrare in conversazioni per difendere il loro operato. Meno presenza sui social e più attività politica!

Deviazione traffico pesante: promessa mantenuta!

Cento giorni e zero telecamere

meme-sicurezza-pasini

Sono passati più di cento giorni (105 per l’esattezza) dall’insediamento della “nuova” amministrazione a guida Pasini e Poltronieri (P&P) e di telecamere di videosorveglianza e/o sicurezza nemmeno l’ombra. Eppure il primo cittadino, appena insediato, aveva dichiarato in pompa magna queste parole:

Dichiarazione al Primo Giornale del 15/06/2016. «Partiremo subito con il punto che consideriamo fondamentale nel nostro programma e cioè quello della sicurezza. Vogliamo far decollare quanto prima un progetto che prevede il posizionamento di telecamere nei punti nodali di Nogara, frazioni comprese, per mettere sotto controllo il territorio. Le telecamere saranno collegate via wi-fi ad una centrale che sarà gestita dalla Polizia municipale e a sua volta in linea con quella dei carabinieri.» Qui l’articolo.

Dichiarazione a L’Arena del 18/06/2016. «È stata una campagna all’insegna della correttezza e del rispetto da parte di tutte le liste. Governeremo per fare di Nogara un paese migliore e per tutti i cittadini. Tra i nostri primi interventi ci saranno le telecamere in alcuni punti del paese e l’illuminazione pubblica al led». Qui l’articolo.

Durante la campagna elettorale la pagina Facebook della lista “Pasini Sindaco” (oggi scomparsa) pubblicava regolarmente immagini con promesse elettorali. L’immagine con tema la sicurezza riporta le seguenti promesse: controllo del vicinato, video sorveglianza diffusa e forze dell’ordine.
Per quanto riguarda il controllo del vicinato è giusto ricordare che l’idea non venne partorita né da Pasini né dal suo predecessore Mirandola, ma fu proposta in consiglio comunale (mediante mozione) dal gruppo “Nogara ai nogaresi” guidato allora dai consiglieri Falco e Montemezzi. In sostanza Pasini e Poltronieri hanno fatto propria un’idea altrui senza nemmeno il buon gusto di specificarne la paternità. Peccato poi che questa iniziativa sia stata abbandonata a sé stessa, mentre in altri Comuni, quali ad esempio Sorgà, è tuttora in corso e continuamente sviluppata.
La videosorveglianza diffusa è ancora una promessa che da Facebook è già sparita. Ad oggi non si registra nessuna installazione di telecamere per la videosorveglianza e la sicurezza dei cittadini. Aspettiamo con ansia che le promesse fatte prendano concretamente vita.
Infine la promessa forze dell’ordine non si capisce bene cosa comporti. Infatti da quanto scritto non si riesce a capire se le forze dell’ordine saranno aumentate o diminuite. Forse Pasini e Poltronieri farebbero bene a spiegare cosa intendono con questa promessa.
La luna di miele sta finendo e fra un po’ i nogaresi torneranno alla realtà. Una realtà che lascerà l’amaro in bocca a molti “fans”, perché ad oggi non si è visto niente di concreto da questa “nuova” amministrazione. Finora solo “panem et circenses” e nulla più. Del resto era prevedibile che le telecamere non sarebbero state installate nell’immediato. Se Pasini e Poltronieri non ci sono riusciti in cinque anni (amministrazione 2011-2016) perché avrebbero dovuto riuscirci in cento giorni?

Cento giorni e zero telecamere

La “nuova” pagina Facebook

Schermata del 2016-08-12 13:36:01

Sono sempre più convinto che il genere umano meriti l’estinzione. Stamattina, a pagina 37 de L’Arena, c’è un pezzo da Premio Pulitzer. Titolo: Nuovo filo diretto con i cittadini grazie a Facebook, ovvero l’Amministrazione di ‎Nogara‬ ha creato una pagina Facebook dove pubblica le stesse notizie che pubblica già sul sito istituzionale. La pagina è gratis (poco male) e di gente che ha tempo, nell’attuale amministrazione, ce n’è.
L’intento dell’amministrazione comunale, secondo quanto si legge nell’articolo, è quello di avvicinare i giovani. Peccato che i giovani scelgano altri social, abbandonando di fatto Facebook per altri “lidi” digitali. I nostri amministratori si sono mai chiesti perché Zuckerberg ha acquistato Whatsapp ed Instagram?
Nell’articolo si legge “La pagina Facebook ufficiale del Comune ha avuto in poche ore 300 «like» nonostante sul social sia presente un’altra pagina con lo stesso nome che sta traendo in inganno molti nogaresi”. La vera perla è la dichiarazione dell’Assessore Soragna‬ (detta “Pinuccia”). L’Assessore precisa che «la versione ufficiale è solo quella con lo stemma del municipio. L’altra è stata creata anni fa e stiamo vedendo come toglierla».
In realtà “l’altra pagina”, citata dal pubblicista e dall’Assessore, è stata creata automaticamente da Facebook per effetto della geolocalizzazione delle foto caricate sul social. Per “scoprirlo” è sufficiente andare sulla pagina e leggere che “Questa Pagina non ufficiale è stata creata perché le persone su Facebook hanno dimostrato il loro interesse per questo luogo o questa azienda. La Pagina non è collegata né sostenuta da persone associate con Comune di Nogara”.
Consiglio all’Assessore di cercare sulla rubrica del telefono il numero di cellulare di Zuckerberg, o di qualche suo collaboratore, così da chiedere direttamente al titolare di Facebook di togliere la Pagina che trae in inganno molti nogaresi.

La “nuova” pagina Facebook

Sul ponte tutto tace

ponte-fiume-lamone-blog

Il cedimento del ponte sul fiume Tartarello non fa più notizia. I media locali tacciono e dall’amministrazione non trapela nessuna notizia. È presumibile che la stessa amministrazione non sappia nulla in quanto il leitmotiv è sempre lo stesso: “la strada è di competenza regionale”. È vero che la strada è di competenza regionale (e non statale come qualcuno continua a scrivere) ma è altrettanto vero che la strada passa nel nostro territorio comunale. È anche, e soprattutto, affar nostro. Del resto il sindaco stesso, in uno dei primi articoli, dichiarava che «non si vede una soluzione in tempi brevi di questo problema che avevo già esposto da anni». L’attuale sindaco, in qualità di vicesindaco, come si legge aveva già esposto da anni questo problema. Sarebbe interessante conoscere a chi aveva esposto il problema e perché chi di dovere non ha dato corso a tali segnalazioni. Forse il sindaco dovrebbe cominciare ad usare Facebook per quello che è, ovvero uno strumento per fare (anche) informazione. Perché non pubblica le segnalazioni che fece allora in qualità di vicesindaco? Sarebbe più interessante leggere quelle, che vedere in continuazione fotografie di cene e bicchierate. In attesa della sistemazione del ponte invito i nogaresi a dirmi qual è la differenza fra l’amministrazione Pasini e l’amministrazione Mirandola.

Sul ponte tutto tace

Le video riprese dei consigli comunali

video riprese

Ieri ho avuto l’ennesima conferma che l’impianto per le video riprese dei consigli comunali è stato installato solo per impedire al sottoscritto di riprendere le sedute.
L’allora sindaco Mirandola, con l’ausilio dell’attuale sindaco Pasini e il vicesindaco Poltronieri (non sono “nuovi”, come molti nogaresi credono), ha acquistato l’impianto per la modica cifra di 19.990 euro. Un impianto che da più di un anno non funziona e, di fatto, non serve ad alcuno scopo.
La videoregistrazione dei consigli comunali dovrebbe servire, secondo una logica di servizio ed innovazione, ad eliminare il cartaceo e snellire il lavoro degli uffici comunali. Invece, ancora oggi, gli uffici devono trascrivere a mano (manca solo la penna d’oca e il calamaio) gli interventi dei consiglieri durante le sedute. Com’è logico, risulta difficile trascrivere parola per parola ma soprattutto è impossibile trascrivere il modo in cui un consigliere commenta o discute un punto all’ordine del giorno. Si sono spesi soldi pubblici (tanto paga Pantalone) per fare un dispetto al sottoscritto, non capendo che il dispetto lo si stava facendo, solo ed esclusivamente, ai nogaresi. Morale della favola: l’impianto non funziona o funziona male (ha problemi continui e nessuno in grado di adoperarlo nella maniera corretta) e, per effetto di un regolamento comunale ad hoc, nessun cittadino può riprendere le sedute pubbliche dei consigli.
Nell’era dove le notizie, le foto ed i video viaggiano in rete alla velocità della luce, a Nogara‬ non riusciamo a vedere un consiglio comunale in diretta streaming.

P.S. Le riprese che facevo io, ed altri componenti del gruppo, erano a titolo gratuito e volte ad offrire un servizio ai cittadini. Se andate su YouTube trovate ancora le registrazioni integrali. 

Le video riprese dei consigli comunali

Appello per la circonvallazione!

meme-viabilità-nogara-pasini

Sul sito del Comune di Nogara è possibile leggere un comunicato stampa (senza titolo, né data) riguardante il cedimento del ponte sul fiume Tartarello al km 311 della Strada Regionale 10.

“L’impedimento della circolazione del traffico pesante oltre le 7,5 tonnellate, sulla Strada Regionale 10 in direzione Mantova – Padova, impone con la massima urgenza la realizzazione di una circonvallazione che bypassi il centro di Nogara. L’incrocio strategico in questione, che vede circolare ogni giorno più di 500 mezzi pesanti, è ormai un grave disagio per il nostro paese in quanto privo di un’adeguata viabilità e dotato di vecchie infrastrutture stradali non più al passo con i tempi. E’ quindi il momento di considerare che, se non si interverrà al più presto con una circonvallazione, questi disagi saranno destinati a ripetersi e ad aggravarsi. Facciamo appello a tutti gli enti preposti e alle forze politiche, alle quali sta a cuore il nostro territorio, ad appoggiarci in questa battaglia: siamo fermamente convinti che i cittadini di Nogara meritino un paese più vivibile e meno inquinato, dove si possa conciliare il benessere ambientale con lo sviluppo industriale e logistico.”

Nel comunicato stampa si legge che questo impedimento della circolazione “impone con la massima urgenza la realizzazione di una circonvallazione che bypassi il centro di Nogara”, in sostanza la scoperta dell’acqua calda. Ma la vera “perla” arriva con la frase “facciamo appello a tutti gli enti preposti e alle forze politiche, alle quali sta a cuore il nostro territorio, ad appoggiarci in questa battaglia”. Perché mai fare questo appello? Non c’è assolutamente bisogno di appellarsi alla magnanimità né degli enti preposti né delle forze politiche.
Perché mai fare questo appello visto che l’attuale Sindaco, nella passata campagna elettorale, non ha fatto altro che vantarsi delle proprie conoscenze politiche? Non dimentichiamo che è stato protagonista di molte foto con Sindaci, più o meno famosi, con conosciutissimi Consiglieri Regionali e con Segretari di Partito. Ora è il momento di far valere queste conoscenze e “adoperarle” per fare quanto auspicato nel comunicato. Quale occasione migliore di questa?

P.S. Uno dei capri espiatori più gettonati sono le nutrie, staremo a vedere. Male che vada le nutrie non votano e si possono incolpare senza rischiare di perdere consensi.

Appello per la circonvallazione!

Potenziamento della Rems: promessa mantenuta!

image

Mentre le cicale cantano e si fa festa, la Rems aumenta la sua offerta. È di oggi infatti l’articolo sul quotidiano locale dal titolo “La «Rems» è stata ampliata. Potrà accogliere 36 pazienti”. Da 16 si passa a 36. Nell’articolo non si fa nessun cenno all’amministrazione comunale, quasi non esistesse, quasi non c’entrasse nulla. Ricordo a tutti i nogaresi smemorati che la Rems è stata voluta dalla giunta precedente, giunta di cui erano rispettivamente vicesindaco ed assessore, gli attuali sindaco e vicesindaco.
Del resto proprio Pasini, alla prima occasione di parlare alla stampa in qualità di sindaco, ha dichiarato: «la Rems siamo convinti che sia una opportunità per l’ex ospedale Stellini e va potenziata». Promessa mantenuta! La Rems è stata potenziata di 20 posti.

P.S. La cicala canta canta che poi la schianta

Potenziamento della Rems: promessa mantenuta!

Telecamere

telecamere videosorveglianza

Queste due dichiarazioni, sull’argomento telecamere, del nuovo sindaco di Nogara.

Dichiarazione a Primo Giornale del 15/06/2016
«Partiremo subito con il punto che consideriamo fondamentale nel nostro programma e cioè quello della sicurezza. Vogliamo far decollare quanto prima un progetto che prevede il posizionamento di telecamere nei punti nodali di Nogara, frazioni comprese, per mettere sotto controllo il territorio. Le telecamere saranno collegate via wi-fi ad una centrale che sarà gestita dalla Polizia municipale e a sua volta in linea con quella dei carabinieri.»

Dichiarazione a L’Arena del 18/06/2016
«È stata una campagna all’insegna della correttezza e del rispetto da parte di tutte le liste. Governeremo per fare di Nogara un paese migliore e per tutti i cittadini. Tra i nostri primi interventi ci saranno le telecamere in alcuni punti del paese e l’illuminazione pubblica al led».

Da telecamere dappertutto, frazioni comprese, a telecamere in alcuni punti del paese. Mah…che dire, staremo a vedere.

Telecamere

Nuova giunta. Primo consiglio comunale

primo-consiglio-comunale-2016

Ieri sera si è svolto il primo consiglio comunale della nuova maggioranza guidata da Pasini e Poltronieri, per gli amici P&P. Come da copione sala piena (fra qualche mese la sala tornerà deserta come di consueto) e tra il pubblico persone che non si sono mai viste assistere ad una seduta. Scommetto cinque euro che per arrivare in sala consiliare qualcuno di questi spettatori, e non solo, ha usato Google Maps. Molto interesse per un consiglio che serve a poco.
Nella prima seduta si insedia la nuova amministrazione e si declamano i soliti discorsi di rito. Discorsi alla volemose bene, il sindaco di tutti, collaborazione con la minoranza, grazie a tutti, faremo opposizione (eccome no) e bla bla bla (noia). Di concreto nulla se non le nomine che potete leggere nel post precedente a questo.
Mi resta solo una speranza, ovvero che le opposizioni facciano davvero opposizione questo perché una sana democrazia è fatta di pesi e contrappesi.

P.S. Vediamo quanto durano in opposizione i “veterani” della politica nogarese.

Nuova giunta. Primo consiglio comunale

Habemus Giunta

giunta-nogara-2016

Oggi il quotidiano locale ha pubblicato i nomi che compongono la nuova giunta del sindaco Pasini. Giunta in parte nuova e in parte vecchia perché sia Pasini che Poltronieri  hanno appena finito cinque anni di giunta Mirandola.

Flavio Pasini: sindaco, edilizia pubblica e privata, protezione civile e sicurezza. Marco Poltronieri: vicesindaco, sport, istruzione, ecologia ed agricoltura. Mauro Cagali: assessore, bilancio, tributi, patrimonio e personale. Beatrice Mantovani: assessore, servizi sociali e politiche giovanili. Isabella Soragna: assessore, cultura, manifestazioni, pari opportunità e biblioteca. Alessandro Andreoli: consigliere, capogruppo, manutenzioni, decoro urbano e rapporti con le frazioni. Alessandra Filippi: consigliere, sport ed informatizzazione degli uffici comunali. Silvia Falavigna: consigliere, scuola e famiglia. Margherita Paolillo: consigliere, rapporti tra cittadini ed istituzioni.

Leggendo alcuni incarichi viene da sorridere. Rassicuro che non si tratta di uno scherzo, è tutto vero. Qualche delega è stata inventata per far fare qualcosa a qualcuno, altrimenti era inevitabile qualche dissapore che all’inizio, si racconta in piazza, c’è stato. Ma il sindaco ha accontentato tutti e sono pronti per partire.
Staremo a vedere chi lavora e chi no, chi chiacchiera e chi no, chi perde tempo e chi no. Soprattutto staremo a vedere se quanto promesso in campagna elettorale sarà mantenuto.

P.S. Questi durano, anche perché quando gli ricapita una campagna elettorale con 6 liste e diventare maggioranza con solo 1203 voti?

Habemus Giunta